Skip to content
Trattoria Bolognesi

I 10 errori più frequenti sui social network dei ristoranti

errori social network ristorante

Capisco che quando arriva il momento del servizio non c’è nessuno che non sia né per le reti né per gli articoli né per nulla….

E capisco che la tua è la cucina e la gestione del tuo ristorante, non caricare foto e condividere commenti su Facebook ….

Ma i social network ti offrono un’opportunità senza pari per pubblicizzare il tuo ristorante e raggiungere il tuo cliente ideale in modo semplice ed economico.

E le consiglio di non sprecarla.

Ora, tenete presente che, per non essere una perdita di tempo, dovete fare le cose per bene.

Come tutto in questa vita.

Ed è per questo che vi chiedo di non commettere gli stessi errori di tanti altri ristoratori.

Errori che condivido qui sotto.

Fai un appunto!

 

I 10 errori più frequenti sui social network dei ristoranti


#1 Non delegare i Social Network a professionisti

Non sai quante volte l’ho sentito dire: mio nipote indossa i Social Network nel mio ristorante!

E la sua logica è che suo nipote è tutto il giorno su Facebook e deve sapere come va!

Ma e’ un grosso errore.

Grazie ai Social Network abbiamo la possibilità di raggiungere il nostro cliente ideale in un modo mai visto prima.

Ma si tratta di approfittarne per attrarre nuovi clienti, influenzarli, convincerli con la vostra offerta….

Non per il tuo #SobrinityManager per allontanarli

 

#2 Non prenderti cura delle foto delle tue pubblicazioni

Se le fotografie che pubblichi sui Social Network del tuo ristorante non hanno una cura minima, tutto il lavoro nella strategia di marketing gastronomico online che stai facendo, ti servirà molto poco.

Infatti, avrà l’effetto opposto, perché pubblicare foto di scarsa qualità sui social network può spaventare i clienti e danneggiare seriamente la vostra reputazione.

In caso contrario, guardate questi esempi reali: quale immagine dei due vi invita di più a visitare il vostro ristorante?

 

#3 Non adattare i tuoi contenuti ad ogni social network

Vi assicuro al 100% che, se il vostro ristorante pubblica lo stesso messaggio su tutti i Social Network, state sprecando tempo e denaro.

E un manager della comunita’ lo sa.

Ciascuno dei Social Network del tuo ristorante è rivolto ad un pubblico diverso.

Pertanto, il contenuto che pubblichi deve essere personalizzato per ogni social network.

Di seguito condivido alcuni suggerimenti (colpi molto grandi, perché questa è una scienza), di ogni Social Network in modo da tenerne conto nella creazione delle vostre pubblicazioni:

Facebook

  • È il più grande e più utilizzato social network che esiste.
  • Ti permette di interagire direttamente con la tua comunità e di avere conversazioni.
  • La pubblicità (Facebook Ads) è economica e molto efficace.
  • I concorsi a premi e i video caricati direttamente da Facebook funzionano molto bene.

 

Twitter

  • E’ il Social Network delle news, ideale per comunicare offerte periodiche e per catturare i clienti.
  • A differenza di Facebook, i seguaci di Twitter non sono nascosti ed è possibile segmentarli.
  • Possibilità di analizzare la concorrenza e rilevare le tendenze.
  • Funziona molto bene per stabilire la comunicazione con i fornitori.

 

Instagram:

  • Il Social Network per il tuo ristorante in più rapida crescita con un pubblico molto attivo.
  • Si concentra su immagini e video di non più di 60 secondi.
  • Il 68% degli utenti sono donne.
  • L’uso di #hashtags è molto efficace.

 

Pinterest:

  • L’80% dei consumatori sono donne.
  • E’ un social network basato su immagini e infografiche.
  • Funziona con spille e schede dove puoi organizzare e condividere le cose che ti piacciono.
  • Si tratta di uno dei social network che può generare più traffico verso il sito web del vostro ristorante.

 

#4 Essere in tutti i social network, per essere.

Prima di lanciarsi completamente nel mondo dei Social Media, quello che consiglio sempre ai miei clienti è di definire chi è il loro cliente ideale.

E una volta definiti, facciamo uno studio su quali Social Network sono i migliori per raggiungere quel cliente ideale.

Perché se un ristorante non ha le risorse (o il tempo) necessarie per avere un canale Youtube, ad esempio, che senso ha averne uno?

Avere un video e averlo mal fatto e mal montato, non è altro che per tingere la propria reputazione.

Quindi, fermati a pensare.

Non mi piace la maggior parte delle persone che poco dopo l’apertura dei loro profili sui social network vengono abbandonati, producendo un effetto completamente opposto sui potenziali clienti.

 

#5 Non monitorare le interazioni.

Per poter analizzare i risultati dei Social Network del tuo ristorante, devi avere a) una strategia e b) i risultati.

E amico, tornando al primo errore, non credo che il tuo #SobrinityManager sia molto laborioso e abbia le giuste conoscenze.

Un Community Manager professionista stabilirà obiettivi come questi:

  • Aumenta la reputazione del tuo ristorante online
  • Ottenere abbonati
  • Attrarre il traffico verso il sito web
  • Aumentare le interazioni con gli utenti
  • Ottenere i dati di contatto degli utenti
  • Aumentare il numero di seguaci

 

#6 Non avendo un calendario di pubblicazione.

Ci sono molti ristoranti che impazziscono pubblicando, anche una settimana pubblicano 4 volte che la settimana seguente nessuno.

Questo è il calendario dei miei amici e compagni di classe dell’Aula CM, in cui do sempre un’occhiata quando programmo i miei Social Network e quelli dei miei clienti:

Scaricalo gratuitamente, qui.

Come potete vedere è molto più professionale per gli utenti e molto più organizzato per voi.

Vi consiglio di utilizzare strumenti di programmazione.

Utilizzo Buffer per pianificare le pubblicazioni Linkedin, Google +, Twitter e Pinterest.

Per Instagram uso OnlyPut.

E per Facebook uso Facebook stesso, perché è l’unico social network che ti permette di farlo.

 

#7 pensando che i risultati arriveranno domani.

Se c’è una cosa su cui dovreste essere chiari con i Social Network nel vostro ristorante, è che i risultati sono a medio o lungo termine.

Se diventi immediatamente ossessionato dalla redditività e “vai oltre” conoscendo i tuoi utenti, non saremo in grado di dare loro ciò che vogliono.

Questo significa, tra le altre cose, che non creiamo, ad esempio, un calendario di pubblicazioni secondo i gusti dei nostri utenti.

 

#8 Non interagire con i tuoi seguaci.

Le è mai capitato di commentare in una pubblicazione per ricevere informazioni e ricevere una risposta di questo tipo?

  • Grazie per il tuo commento

I social network sono un canale bidirezionale.

Dovete sempre rispondere alle domande dei vostri clienti in modo personalizzato.

 

#9 Non usare il Copywriting e le emoticon.

In ognuna delle pubblicazioni che fai sui social network del tuo ristorante, devi sempre applicare il Copywriting.

Nel mondo dei Social Media, c’è un cliente in ogni angolo.

E non possiamo lasciare che vada sprecata.

Questi sono alcuni consigli di Copywriting per i social network:

  • Fai domande.
  • Racconta ai tuoi utenti di te stesso.
  • Utilizzare parole magiche come: libero, blog, creare, commentare, ispirare …
  • Non abusare troppo degli hashtag
  • Non essere noioso.

Ciò che funziona anche, e molto bene è quello di utilizzare le emoticon.

Più del 70% delle persone usano le emoticon nelle nostre conversazioni quotidiane.

Allora perché non usarli nelle pubblicazioni del tuo ristorante sui Social Network?

 

#10 Avere un profilo incompleto e senza le informazioni di base.

Anche se può sembrare ovvio, trovo molti ristoranti che hanno descrizioni incomplete delle loro attività nel loro profilo sociale.

Specialmente nei social network come Google My Business. Qui, ho visto ristoranti che non hanno i loro orari di apertura specificati, telefoni non corretti, se hanno menu allergeni, ecc…..

In cosa si traduce tutto questo?

Nelle chiamate al nostro ristorante per chiedere informazioni e distrarre inutilmente il nostro team.

E, soprattutto, si traduce in clienti persi.

Quindi, vi consiglio con tutta la convinzione del mondo, di fare a meno del vostro #sobrinitymanager e di prendere molto seriamente i social network.

 

Infatti, vi consiglio di prendere molto seriamente la vostra presenza nel mondo virtuale.

So che molti gestori di ristoranti pensano ancora che il commensale che arriva al loro ristorante sia interessato solo a ciò che viene messo davanti al piatto, e al trattamento che viene offerto durante quell’esperienza.

Ma non è vero.

Non lo e’ piu’.

La tavola calda di oggi vuole vivere un’esperienza globale, a partire dal sito web del ristorante, per proseguire con la sua presentazione sulle reti.

Ecco perché insisto sempre sul fatto che devi avere un impatto con un web design di qualità che ti spinge a provare sia l’esperienza che la gastronomia.

Come l’hai avuto?

Entra in contatto e non perdere opportunità, clienti e reddito non avendo una presenza digitale come si dovrebbe avere nel 2020.